Category: Walter Iasiello Photography

Fotografia europea a Reggio Emilia - Paul Strand - Walter IAsiello

Reggio Emilia – Fotografia Europea 2017 tra memoria, archivi e futuro

Dal 5 maggio al 9 luglio oltre 30 esposizioni e 400 eventi 'off', Walter Iasiello Blog 'Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro'. E' questo il tema di Fotografia Europea 2017, la rassegna, arrivata alla 12/a edizione, che fa di Reggio Emilia uno dei centri più rilevanti nel panorama espositivo nazionale e internazionale. Dal 5 maggio al 9 luglio saranno oltre trenta le esposizioni del circuito ufficiale a cui si affiancheranno quelle dei partner regionali (dalla Csac dell'Università di Parma, al Mast di Bologna, passando per la Fondazione fotografia di Modena e la Collezione Maramotti sempre a Reggio) e quattrocento eventi del circuito 'off'. Nella giornata inaugurale Reggio Emilia ospiterà inoltre la seconda giornata (la prima è a Roma il 6 aprile) degli Stati Generali della Fotografia, ai quali parteciperà anche il ministro Dario Franceschini. Protagonisti di quella che tradizionalmente è la mostra principale, a Palazzo Magnani, saranno gli scatti che…

Read more

Storia dell’esposizione in fotografia

L'esposizione in fotografia, Walter Iasiello Photography In fotografia il termine esposizione indica la quantità totale di luce che nel suddetto periodo passa attraverso il sistema ottico. L'esposizione si misura in EV (valore di esposizione) ed è determinata con l'ausilio dell'esposimetro. Spesso, impropriamente, ci si riferisce all'esposizione indicando il tempo di esposizione, ovvero il tempo durante il quale l'elemento sensibile (pellicola fotografica, per la fotografia tradizionale o sensore elettronico, per quella digitale), resta esposto alla luce che passa attraverso il sistema ottico (obiettivo). Storia dell'esposizione in fotografia Fin dalla nascita della fotografia, l'esposizione fu l'elemento fondamentale per ottenere un fotogramma ottimale in ogni singola condizione luminosa. Un tempo era necessario fotografare con esposizioni molto lunghe, poiché il materiale su cui veniva impressa la fotografia era poco sensibile e quindi doveva rimanere per ore alla luce per assumere un aspetto simile alla realtà. Nella prima fotografia della storia, Joseph Nicéphore Niépce dovette…

Read more

ll viaggio più emozionante di tutta una vita – Aurora Boreale

  L’aurora polare, spesso denominata aurora boreale o australe, Walter Iasiello Vedere almeno una volta nella vita l'aurora boreale è un desiderio di molti. La Norvegia è uno dei pochi luoghi al mondo in cui puoi avverare questo desiderio. L'inverno nelle isole Lofoten è una stagione fatta di mille sfumature di colore. L'esperienza migliora di notte, quando l'aurora boreale si agita nel cielo notturno riflettendosi sulle acque. L’aurora polare, spesso denominata aurora boreale o australe a seconda che si verifichi rispettivamente nell'emisfero nord o sud, è un fenomeno ottico dell'atmosfera terrestre, caratterizzato principalmente da bande luminose di un'ampia gamma di forme e colori rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio, tipicamente di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali. Il fenomeno è causato dall'interazione di particelle cariche (protoni ed elettroni) di origine solare (vento solare) con la ionosfera terrestre (atmosfera tra i 100 – 500 km): tali particelle eccitano gli atomi dell'atmosfera…

Read more

Grazie all’archivio Chiolini Pavia diventa la città della fotografia

Grandi lavori per aprire al pubblico la collezione privata dello storico reporter. Un’eredità di 886.300 immagini certificata come bene culturale Pavia città della fotografia. La metamorfosi di strade, piazze e volti, nelle quindicimila immagini nei piani alti del Castello. Conservare i grandi del passato e puntare sui talenti futuri, è questo l’obiettivo del Comune di Pavia, alle prese con una inaspettata passione di pavesi e turisti per la fotografia. Nel Castello Visconteo, all’interno dei Musei Civici, si trova la Fototeca di Pavia, un luogo dove foto, diapositive e ricordi, ricostruiscono le vicende sociali, culturali e urbanistiche della città, a partire dalla seconda metà del XIX secolo. Un archivio che raccoglie le vedute dei grandi fotografi pavesi da Giuseppe Raimondi, Mario Tollini, i Fratelli Nazzari, fino a Guglielmo Chiolini, il reporter della Pavia che fu, al quale è dedicato l’intero fondo acquistato dal Comune nel 2009 dopo averne scongiurato la vendita…

Read more

Syngenta Photography Award 2017, ecco i vincitori

L’artista e fotografa sino-britannica Yan Wang Preston e il fotografo irlandese Kenneth O’Halloran: sono i vincitori della terza edizione del Syngenta Photography Award 2017, annunciati a Londra. Il concorso fotografico, promosso da Syngenta, punta a sensibilizzare l’opinione pubblica e stimolare la discussione sulle più importanti sfide globali. La contrapposizione tra crescita e conservazione delle risorse è al centro di questa edizione 2017 il cui tema è “Grow-Conserve”. Una giuria internazionale di esperti ha selezionato 92 fotografie scattate da 43 fotografi in rappresentanza di 22 nazioni che hanno declinato il tema di questa edizione da diversi punti di vista: vivibilità delle città, salute e benessere, sviluppo sostenibile, conflitti e cambiamenti climatici, sicurezza alimentare, cultura e comunità, ripensamento dell’uso delle risorse. La mostra “Grow-Conserve” sarà protagonista del G7 Ambiente, che si svolgerà a Bologna l'11 e il 12 giugno 2017. Negli spazi del Savoia Hotel Regency, a partire dalla sala in cui…

Read more

Torna il Festival Fotografico Europeo tra mostre e seminari

La kermesse dedicata alla fotografia, in tutti i suoi aspetti, toccherà diverse città a partire da Busto Arsizio dal 18 marzo al 30 aprile La sesta edizione del Festival Fotografico Europeo, organizzato dall’Archivio Fotografico Italiano, torna sulla scena con un fittissimo calendario di eventi che si svolgeranno dal 18 marzo al 30 aprile in tutta l’area a cavallo delle province di Varese e Milano (http://www.europhotofestival.it/). L’iniziativa si pone tra le  più rilevanti nel panorama fotografico nazionale ed europeo, proponendo percorsi visivi articolati, aperti alle più svariate esperienze espressive. Una sorta di laboratorio culturale, che si apre all’Europa, che dialoga con la gente attraverso l’arte dello sguardo e mette a fuoco le aspirazioni, i linguaggi e l’inventiva di artisti provenienti da diversi Paesi. Un progetto che vuole affermare la centralità della cultura quale potente dispositivo in grado aprire confronti tra i popoli e tra le generazioni in una prospettiva di crescita,…

Read more

Riaperture, un festival di fotografia nei luoghi abbandonati

Undici mostre dislocate tra Factory Grisù, Palazzo Prosperi Sacrati e nel giardino segreto di Casa Romei Ferrara è pronta a ospitare per la prima volta un festival di fotografia: Riaperture porterà in città undici mostre che riapriranno spazi urbani mai aperti o ancora parzialmente chiusi. Dal 17 al 19 marzo il festival affronterà il tema della prima edizione, i luoghi comuni, nei luoghi abbandonati della città, con un ricco programma di rassegne di fotografi di livello internazionale e altro ancora: workshop, letture portfolio, presentazioni, reading, proiezioni e laboratori per bambini. L’obiettivo di Riaperture Photofestival Ferrara è di riaccendere l’attenzione su luoghi pubblici o privati attualmente non in uso, per portare loro nuova energia: per questo le mostre saranno ospitate in sedi aperte per la prima volta alle immagini. La manifestazione sarà dunque dislocata a Factory Grisù, ex caserma dei vigili del fuoco ora consorzio di imprese innovative e oggetto di…

Read more

Dal 22 marzo al 21 maggio “La fotografia sperimentale in Europa tra le due Guerre”

Martedì 21 marzo 2017 alle ore 18.30 si inaugura un nuovo spazio espositivo a Genova con la mostra "Fotografia sperimentale in Europa tra le due guerre" a cura di Giovanni Battista Martini. Ad accoglierla, al Primo Piano di Palazzo Grillo in Piazza delle Vigne, ingresso da Vico alla Chiesa delle Vigne 18r, uno dei più affascinanti palazzi cinquecenteschi genovesi che, dopo anni di chiusura e un sapiente restauro, torna a illuminarsi. Dal 1° aprile inoltre sarà aperto al pubblico l'Hotel Palazzo Grillo, l'unico albergo a 4 stelle nel centro storico di Genova che occupi un intero palazzo dei Rolli. Ambienti d'epoca per un hotel di design, che nasce dalla collaborazione tra pubblico e privato. Gli oltre 300 metri del Primo Piano ospiteranno attività espositive, con l'obiettivo di offrire un programma culturale di ricerca e qualità per gli ospiti e per la città, ma anche di rilanciare il centro storico genovese…

Read more

Fujifilm e International Photo Project

Fujifilm e International Photo Project: tre giorni a Milano per parlare, provare e vedere la fotografia Fujifilm Italia, in collaborazione con Fondo Malerba per la Fotografia, presenta International Photo Project 2017, un evento dedicato alla fotografia d’autore. Nel programma, che si dipanerà su tre giornate, verranno approfonditi temi e conoscenze, si scopriranno avanguardie ed evoluzioni. Le date da segnare sul calendario sono il 24, 25 e 26 marzo 2017. Il luogo scelto è la Fabbrica del Vapore - Spazio Messina Due piano terra, situata in via Procaccini 4 a Milano. Gli orari saranno dalle 14 - 19 il venerdì e 11 - 19 sabato e domenica. Foto di Francesco Levy International Photo Project 2017 si propone come una riflessione sullo stato dell’arte della fotografia sia in ambito italiano sia mondiale, un evento ideato per coinvolgere fotografi e appassionati con dibattiti, seminari, workshop e mostre. Tra i relatori nomi illustri e…

Read more

Il talento nascosto di Jacques-Henri Lartigue

“È impossibile immaginare la storia della fotografia del ventesimo secolo senza includere il lavoro di Jacques-Henri Lartigue”, ha affermato William Boyd. Jacques Henri Lartigue (Courbevoie, 13 giugno 1894 – Nizza, 12 settembre 1986) è stato un fotografo e pittore francese. Sebbene sia considerato uno dei più significativi fotografi del Novecento, egli si presentò sempre come pittore. Inizialmente concentrato sulla mondanità e sulla vita quotidiana della borghesia francese, allargò successivamente il proprio punto di vista divenendo, anche grazie alla fama acquisita negli anni, un divulgatore delle innovazioni estetiche compiute nel mondo dell'arte. Il successo e il riconoscimento dell’opera di Lartigue è arrivato molto tardi, quando l’artista aveva quasi 70 anni. Era il 1963, e il Museum of modern art di New York ospitò una mostra con le immagini che scattò all’inizio della sua carriera, nei primi anni del novecento.”Lartigue fa parte della classe di artisti come Vincent Van Gogh, che hanno…

Read more