Scoperta la Prima Fotografia Subacquea

E’ stata definita la prima fotografia subacquea mai scattata, nonché il primo ritratto sottomarino: si tratta di un’immagine scattata nel lontano 1899, dal fotografo Louis Marie Auguste Boutan. Riguardo all’imagine, le informazioni a disposizione sono davvero poche. Si sa per certo che non si tratta di un autoritratto e che la persona fotografata è il biologo e ocenaografo romeno Emil Racovitza, che l’immagine è stata realizzata dal fotografo succitato nelle acque antistanti Banyuls-sur-Mer, nel sud della Francia.

Secondo Petapixel, che ha scritto un interessante articolo sull’argomento, altri sostengono che la fotografia fu scattata molto prima, nel 1893, con un’esposizione di 30 minuti ad una profondità di 50 metri, un livello per allora abissale.

L’immagine, che sembra assolutamente autentica, avrebbe davvero necessitato di un’esposizione lunghissima per riuscire a catturare la giusta quantità di luce, e scattarla avrebbe reso necessario un impegno e dei macchinari stagni per allora costosissimi. Petapixel riporta inoltre che Boutan inventò la sua prima macchina fotografica subacquea nel 1893, ma fu solo nel 1899 che riuscì a realizzare un sistema flash in grado di illuminare il soggetto che, sott’acqua, risulta molto più scuro rispetto all’aria.

Il flash, che è stato probabilmente l’invenzione più complessa, fu realizzato con una lampada ad alcool collegata ad un barile d’aria. Un bulbo in gomma avrebbe poi soffiato una polvere di magnesio sulla fiamma, creando il lampo. Con il flash, il fotografo avrebbe ridotto enormemente i tempi di esposizione a pochi secondi, riuscendo ad immortalare il soggetto non in movimento, come effettivamente appare nell’immagine.

In questo video è mostrato il funzionamento di questo flash rudimentale.

Comments (0)

Leave a comment

Your email address will not be published.