Reggio Emilia – Fotografia Europea 2017 tra memoria, archivi e futuro

Fotografia europea a Reggio Emilia - Paul Strand - Walter IAsiello

Dal 5 maggio al 9 luglio oltre 30 esposizioni e 400 eventi ‘off’, Walter Iasiello Blog

‘Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro’. E’ questo il tema di Fotografia Europea 2017, la rassegna, arrivata alla 12/a edizione, che fa di Reggio Emilia uno dei centri più rilevanti nel panorama espositivo nazionale e internazionale.

Dal 5 maggio al 9 luglio saranno oltre trenta le esposizioni del circuito ufficiale a cui si affiancheranno quelle dei partner regionali (dalla Csac dell’Università di Parma, al Mast di Bologna, passando per la Fondazione fotografia di Modena e la Collezione Maramotti sempre a Reggio) e quattrocento eventi del circuito ‘off’. Nella giornata inaugurale Reggio Emilia ospiterà inoltre la seconda giornata (la prima è a Roma il 6 aprile) degli Stati Generali della Fotografia, ai quali parteciperà anche il ministro Dario Franceschini. Protagonisti di quella che tradizionalmente è la mostra principale, a Palazzo Magnani, saranno gli scatti che Paul Strand realizzò negli anni ’50 a Luzzara per il libro fotografico ‘Un Paese‘ con testi di Cesare Zavattini.

Mostre, conferenze, spettacoli e attività formative, ospitati nelle principali istituzioni culturali e sedi espositive della città, saranno gli ingredienti di un ricco programma, animato da protagonisti della fotografia, della cultura e del sapere, per sollecitare un confronto fra differenti espressioni di creatività e di pensiero.

Comments (0)

Leave a comment

Your email address will not be published.